IMPIANTI PER LA SEPARAZIONE DI GRASSI ANIMALI E VEGETALI

IMPIANTI PER LA
SEPARAZIONE DI
GRASSI ANIMALI
E VEGETALI

DESCRIZIONE E APPLICAZIONE

I separatori di grassi vengono impiegati per separare dall’acqua oli e grassi secondo il processo fisico di gravità. E’ ben nota la caratteristica di tutte le sostanze removibili mediante disoleatura. Il separatore è composto da una vasca monoblocco divisa internamente in due vani e specificatamente: vano di decantazione e vano di disoleazione.

FUNZIONAMENTO

I separatori di grassi costituiscono il trattamento di primaria importanza per le acque di scarico contenenti residui oleosi e grassi di origine domestica, provenienti dagli scarichi di lavelli, cucine, mense, ristoranti, convitti, collegi etc.. A temperatura ordinaria gli oli sono liquidi, i grassi invece hanno un aspetto solido cioè con elevata
viscosità. In via teorica per separare oli e grassi di origine domestica dalle acque di scarico basterebbe un manufatto condensa grassi avente una capacità tale da creare una permanenza dei liquami dai 2 ai 5 minuti; dal lato pratico però, sono presenti nelle acque di scarico una considerevole quantità di altre sostanze che decantano sul fondo del manufatto (residui di cibo, prodotti detergenti impiegati per il lavaggio di stoviglie etc.).

DIMENSIONAMENTO E MANUTENZIONE

E’ regola accettabile che per il dimensionamento, la capacità del condensa grassi sia calcolata per 50 litri al giorno per ogni abitante. I separatori di grassi sono costituiti da una vasca prefabbricata in calcestruzzo armato vibrato, realizzate con calcestruzzo di classe Rck > 500 kg/cm2 e armato con tondi in acciaio FeB 44k, con

copriferro non inferiore a 20 mm, a pianta rettangolare o circolare, da interrare e collocate in corrispondenza delle colonne di scarico delle cucine; il dislivello tra l’entrata e la fuoriuscita dell’acqua di scarico da trattare deve essere non inferiore a cm 5. La manutenzione ordinaria deve prevedere almeno lo svuotamento della vasca per almeno una volta all’anno.

RIFERIMENTI NORMATIVI

DIN 4040

CALCOLO PER LA PORTATA NOMINALE DEL SEPARATORE

Per il calcolo delle dimensioni del sedimentatatore bisogna tenere presente che per ogni l/s di portata idraulica nominale si devono prevedere 100 l di sedimentatore. Nel caso in cui il separatore venga istallato presso macellerie o fabbriche di lavorazione della carne bisogna raddoppiare il volume del sedimentatore.

NORMA DIN 40401

La norma DIN 4041 prescrive l’inserimento dei separatori di grassi e dei sedimentatori nelle linee fognarie ed indica le aziende obbligate alla loro installazione, che sono:

  • esercizi pubblici e posti di ristoro nei quali vengono serviti più di 200 pasti caldi al giorno (es.mense aziendali,caserme, ecc.)
  • macelleria e fabbriche per lavorazione carni
  • fabbriche di margarine, frantoi, raffinerie di oli commestibili
  • aziende per la preparazione di cibi precotti e fritti
  • industrie alimentari ed ittiche
  • cucine con grill, arrosti e fritture
  • fabbriche di steorina e sapone
  • aziende per la produzione di colla vegetale derivata da ossa
  • in generale, tutte quelle aziende che scaricano acque inquinante da grassi ed oli vegetali

NORMA UNI EN1825

I separatori di grassi, detti comunemente “degrassatori”, sono attualmente regolamentati dalla Norma UNI EN 1825 Parte 1 e 2 che ne impone l’impiego ogni qualvolta sia necessario separare dalle acque reflue i grassi ed oli di origine vegetale e animale. Per le concentrazioni dei parametri di olii e grassi vegetali ammesso su uno scarico in Pubblica fognatura occorre far riferimento alla Tab. 3 All. 5 del D.Lgs. 152/06